Rivoluzione Barbie 2.0




E' bastato davvero poco perché questa notizia facesse il giro del mondo e finisse sulla bocca di tutti: Barbie cambia, si trasforma, diventa più realistica.
Esatto, la Barbie perfetta, slanciata, magra ed estremamente p e r f e t t a che ha caratterizzato l'infanzia di tutte noi diventa oggetto di quella che potremmo definire a tutti gli effetti una "rivoluzione dell'immaginario moderno" adattandosi alla realtà quotidiana di tutte le donne.
Dopo ben 57 anni di successi ma anche a seguito delle numerose critiche ricevute per aver prodotto ed incentivato una bellezza femminile stereotipata e finta, ecco che nel 2016 ad affiancare Barbara Millicent Robert - in arte Barbie - arrivano tre nuove versioni: la "petit" (piccola) la "tall" (alta) e "curvy" (formosa) , con taglie, colori e dimensioni più realistiche.
In quanto emblema della bellezza massima per il mondo delle donne, la barbie ha continuato a rappresentare per molte generazioni un punto di riferimento cui rivolgersi ed identificarsi, una pietra miliare nella rappresentazione ideale della bellezza femminile. Proprio per questo motivo sono sorte tante accuse rivolte all'iconica bambola, per diffondere un'immagine totalmente distorta di ciò che la donna è, della sua bellezza, delle sue forme e della sua taglia.
A me personalmente l'uscita di queste nuove e più realistiche versioni della barbie moderna non dispiace affatto, forse perché, per quanto da bambina potessi essere legata alla bambola, l'ho sempre ritenuta un gioco, un semplice divertimento. Non ho pensato di dovermi identificare a forza nell'immagine da lei proposta e nel suo fisico a tratti inarrivabile
La donna è bella perché sinuosa e, appunto, femminile nella sua umanità.
Di certo il messaggio che si cela dietro questo cambiamento è importante e valido, soprattutto per le giovani generazioni che, spesso e volentieri, sono influenzate da tutto ciò.
Voi cosa ne pensate di questa nuova barbie 2.0??




You Might Also Like

9 COMMENTi

  1. Hi, nice blog! Follow for follow? Let me know, I'll follow you back! :)

    https://chicporadnik.blogspot.com

    RispondiElimina
  2. Beh, chi non conosce e non ha avuto almeno una barbie, sono d'accordo con questo cambio di fronte, renderla realistica è più corretto! baci
    Federica - Cosa Mi Metto???

    RispondiElimina
  3. sicuramente vado contro corrente, ma non mi convince molto questa novità. Io preferisco la Barbie classica.
    Alessandra

    RispondiElimina
  4. La Barbie classica ha un altro valore secondo me. Questo "perbenismo" pure nei giocattoli rende difficile far capire ai bambini che la fantasia è una cosa e la realtà un'altra. Però sono carine

    Carmen
    Il tocco glam

    RispondiElimina
  5. There are so many different Barbie's now! Definitely a big change.
    the-creationofbeauty.blogspot.com

    RispondiElimina
  6. Ho visto su Facebook la notizia e non mi sembra una cattiva idea questa..

    Chiara | Vogue at Breakfast ♥

    RispondiElimina
  7. anche io come te non mi sono mai identificata con la barbie perchè la ritenevo un gioco però queste nuove versioni sono carine =)

    claudia
    www.piccislove.com

    RispondiElimina
  8. era ora che si attuasse questo cambiamento...neanche io ricordo di essermi mai identificata realmente...ma credo sia piuttosto una cosa inconscia che si insinua in chi è più sensibile a certi argomenti...quindi ben venga!

    RispondiElimina
  9. Mi piace questa nuova idea! Si dà spazio ad una barbie in cui ognuna di noi può identificarsi. Una barbie più "reale" che mai!
    Un bacione,
    Mary
    http://fashionsecretsofaprettygirl.blogspot.it/

    RispondiElimina