la cattedrale del mare || books worth reading



Buon inizio settimana a tutti!!
Oggi ho deciso di ritornare con un nuovo capitolo per la sezione "books worth reading" che mi trovo ad aggiornare sempre meno causa studio.
Il libro di riferimento di oggi è La cattedrale del mare di Ildefonso Falcones , libro che conservo già da tempo e che ho letto a fasi alterne, senza una continuità vera e propria ma che si è rivelato davvero avvincente nel racconto e nelle dinamiche.

"Barcellona, XIV secolo. NeI cuore dell'umile quartiere della Ribera gli occhi curiosi del piccolo Arnau sono catturati dalle maestose mura di una grande chiesa in costruzione. Un incontro decisivo, poiché la storia di Santa Maria del Mar sarà il cardine delle tormentate vicende della sua esistenza. Figlio di un servo fuggiasco, nella capitale catalana Arnau trova rifugio e quella sospirata libertà che a tutt'oggi incarna lo spirito di Barcellona, all'epoca in pieno fermento: i vecchi istituti feudali sono al tramonto e mercanti e banchieri in ascesa, sempre più influenti nel determinare le sorti della città, impegnata in aspre battaglie per il controllo dei mari. Intanto l'azione, dell'Inquisizione minaccia la già non facile convivenza fra cristiani, musulmani ed ebrei... Personaggio di inusuale tempra e umanità, Arnau non esita a dedicarsi con entusiasmo al grande progetto della "cattedrale del popolo". E all'ombra di quelle torri gotiche dovrà lottare contro fame, ingiustizie e tradimenti, ataviche barriere religiose, guerre, peste, commerci ignobili e indomabili passioni, ma soprattutto per un amore che i pregiudizi del tempo vorrebbero condannare alle brume del sogno..."

Ne “La cattedrale del mare” viene dipinta una Barcellona d’altri tempi, che si può respirare sotto la superficie della città odierna, una città prende vita nelle pagine del romanzo, contendendo il ruolo di protagonista ad Arnau Estanyol da una parte, e al tempio in costruzione, quella Santa Maria del Mar che si erge pian piano negli anni della narrazione, tempio alla Madonna e chiesa del popolo semplice, di quei lavoratori legati al mare per la loro sopravvivenza. La storia è centrata sul legame indissolubile di Arnau che si legherà in modo viscerale alla sua città, Barcellona, affrontando temi disparati e delicati come la schiavitù, le ingiustizie, la povertà, la guerra e focalizzando sempre l'attenzione sul ruolo fondante che la Chiesa ha avuto nel periodo medievale. Non sono solita leggere libri ambientati in questo periodo storico, inizialmente ho avuto un po' di difficoltà ad associare concetti ed idee ma il libro consente di fare un forte ed intenso viaggio nel passato, un percorso che rimane lineare nonostante con lo scorrere delle pagine, le storie e le vite dei vari personaggi coinvolti tendono ad intrecciarsi sempre di più. Il pregio dello scrittore è proprio lo stile semplice e chiaro e questo è un tratto che secondo me rende la lettura estremamente piacevole.
Non voglio anticiparvi molto sul testo qualora lo vogliate leggere, ma chi di voi lo ha letto che pareri mi da??
Buon lunedì a tutti, anche se con pioggia (:

"Il mare non sa niente del passato. 

Sta lì, non ci chiederà mai di spiegargli nulla. 
Le stelle, la luna, stanno lì, e continuano a illuminarci, brillano per noi. 
Che cosa vuoi che importi, a loro, quello che è successo? Ci fanno compagnia e ne sono felici."

You Might Also Like

13 COMMENTi

  1. Non sono un grande amante del genere.
    Quando leggi un bel romanzo strappalacrime?! :D :D

    Riccardo | www.guyoverboard.com

    RispondiElimina
  2. Lo vorrei leggere! mi sembra molto bello!
    Alessia
    THECHILICOOL

    RispondiElimina
  3. Bellissima la citazione finale, devo leggerlo!
    www.thefashionshadow.com

    RispondiElimina
  4. Adoro l'ambientazione!

    giorgia - giohberry.blogspot.it

    RispondiElimina
  5. sembra molto interessante, ci faccio un pensierino, poi ora con l'arrivo del freddo è ottimo leggere un libro!
    Alessandra

    RispondiElimina
  6. Sono sempre alla ricerca di nuovi spunti di lettura, me lo segno!

    RispondiElimina
  7. Gia che è ambientato a Barcellona, che adoro, mi viene voglia di leggerlo.
    Baci

    www.angelswearheels.com

    RispondiElimina
  8. Falcones è uno scrittore dalla conoscenza del Medioevo davvero molto profonda. Il periodo è meraviglioso, il medioevo nonostante dal libro sembra uscire una parte un pochino più buia ma essendo un periodo molto lungo c'è ben altro. E' un libro che vende tanto, è molto bello anche se troppo lungo!

    Carmen
    Il tocco glam

    RispondiElimina
  9. Da segnare, per tutte le amanti di libri come me :P
    Ti aspetto sul mio blog, è online un nuovo post!

    Chiara | Vogue at Breakfast

    RispondiElimina
  10. felice di rileggere i tuoi consigli

    RispondiElimina
  11. Non so perché ma ho un rifiuto per tutto il mondo spagnolo e se leggo "Barcellona" passo avanti..ahah
    Quindi...no, non ho letto il libro e non succederà nell'immediato ma sono contenta di questa tua rubrica! Bella! :D

    www.loveandstuds.it

    RispondiElimina
  12. questo è un altro libro che vedo costantemente guardarmi dalla libreria di mio fratello...ma che non mi attira. con le tue anticipazioni forse lo leggerò ;)

    RispondiElimina